San Giovanni Battista
Oratorio by Alessandro Stradella 1675


St Mark’s English Church

Via Maggio 16, Firenze


Sunday 24th & Monday 25th June 8.00pm


presented by i Buontalenti
musical direction by Robin Walker
produced & directed by John Hoenig


Proceeds from this production will benefit the music fund of St Mark’s English Church, Florence.

AboutAbout.htmlAbout.htmlshapeimage_2_link_0
TheatreTheatre.htmlTheatre.htmlshapeimage_3_link_0
Art HistoryArt_History.htmlArt_History.htmlshapeimage_4_link_0
ContactContact.htmlContact.htmlshapeimage_5_link_0
ProjectsProjects.htmlProjects.htmlshapeimage_6_link_0


Robin Walker was born in England and was a prize-winning Organ student at the Royal Academy of Music in London, where he was awarded the Diploma, the Academy’s Premier Prix. 


Robin lives in Florence, where he is Organist of La Badia Fiorentina (Florence Abbey), playing the 1558 Zefferini organ.  Prior to his appointment at La Badia he was Director of Music of St Mark’s Anglican Church in Florence.  


He directs the Cantate Choir, in Kent, England, and their sister period instrument orchestra; Vivace!, which he has recently directed in Handel’s Messiah, Haydn’s Creation, Bach’s St John Passion and Mozart’s Requiem


As an organ recitalist Robin has performed in the UK, USA, and across Europe, including Helsinki Cathedral, St Paul’s Cathedral and Westminster Abbey in London, and Bergen Cathedral (Norway). 


Robin has released two acclaimed commercial recordings:  The works of John Ellis (Vol 2) on Divine Art and ‘Byrd to Blow – the English Baroque Organ’ on Herald. 


For more information visit www.theorganist.co.uk

Robin Walker
Music Director & Harpsichord

In 1675, the Confraternity of San Giovanni dei Fiorentini in Rome commissioned a series of oratorios for Holy Year. One of the most memorable was Stradella’s San Giovanni Battista. The work was significant not just because it represented St Mark’s story of Florence’s patron saint but for its innovative musical scoring and imaginative libretto by Florentine mannerist writer Ansaldo Ansaldi.

The tale of John the Baptist, Salome and Herod is related through a flowing sequence of arias and accompanied recitative - with moments of astonishing lyricism and reflection for such a dramatic subject.


Stradella had a colourful personal life that has been represented (and embellished) in apocryphal biographies, a novel and more than one opera. His prolific and highly accessible oeuvre is often overlooked within the mainstream baroque repertoire.


The oratorio will be semi-staged and will feature some of Florence’s most talented baroque voices and the concerto grosso scoring played in an exciting arrangement by a continuo of period string and keyboard players.

Biographies of principal performers

sculpture by Jason Arkles

Francesco Ghelardini
counter-tenor
as San Giovanni

Chiara Chisu
soprano

as Salome

Nata a Firenze, ha iniziato la propria formazione musicale con lo studio del flauto traverso, al quale successivamente ha affiancato quello del canto.


Formatasi sotto la guida del soprano Elizabeth Chard, ha approfondito il repertorio barocco con Jill Feldman e Gloria Banditelli e quello operistico con Myra Cordell e Alessandro Corbelli.


Nel 2011 si è diplomata brillantemente in canto presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze con Gianni Fabbrini.


Ha collaborato con numerose compagini specializzate nel repertorio barocco e classico, fra le quali l’associazione Musica Ricercata.


Ha debuttato nei ruoli di Amore ne Il ritorno d’Ulisse in Patria, di Cherubino ne Le Nozze di Figaro e di Salomé in San Giovanni Battista di Stradella.


Si dedica anche al repertorio contemporaneo, ed ha collaborato con molti compositori emergenti quali Andrea Portera e Maura Capuzzo.


Ha collaborato con l’associazione Opera Festival di Firenze.


Per il 2011 e per il 2012 ha ottenuto l’idoneità come artista del coro presso la Fondazione Arena di Verona.


Nel 2012 ha collaborato come artista del coro con il Teatro Carlo Felice di Genova.


Nel 2010 è finalista al Concorso di Canto Lirico “Città di Firenze”.


E’ laureata con il massimo dei voti e lode in Filologia classica presso l’Università degli Studi di Firenze.

Francesco è nato a Firenze. Presso il conservatorio “Luigi Cherubini” ha conseguito il diploma in canto sotto la guida di Kathleen Lafferty e in flauto dolce con David Bellugi, approfondendo poi lo studio della prassi esecutiva barocca con Rossana Bertini, Jill Feldman, Gloria Banditelli e Christophe Rousset.


Ha cantato sotto la bacchetta di eminenti direttori, fra i quali Rinaldo Alessandrini, Andrew Lawrence-King, Peter Phillips ed è stato ospite dei maggiori festival ed enti concertistici sia in Italia che all'estero, come il Festival Monteverdi di Cremona, Puccini Festival di Torre del Lago, Festival di Spoleto, Accademia Chigiana di Siena, Amici della musica di Firenze, Semana Mùsica Religiosa di Cuenca (Spagna), Auditorio Nacional de Mùsica di Madrid, Maggio Musicale Fiorentino, Festival Trigonale di Klagenfurt (Austria), Festival Barocco di Viterbo, Concerti del Quirinale, Internationale Barocktage Stift Melk (Austria)...


Ha cantato il ruolo del titolo nella Historia di Job di Giacomo Carissimi nell'ambito della stagione concertistica del Queen Elisabeth Hall di Londra e su invito dell'Istituto Italiano di Cultura in Sudafrica è stato protagonista di una serie di  concerti a Pretoria e Cape Town.


Presso il Teatro della Pergola di Firenze e nell'ambito del Festival Contemporaneamente Barocco di Siena ha impersonato l'Amor Divino nel Trionfo della Vergine di Alessandro Scarlatti.


Ha inciso per le etichette Hyperion, Opus 111, Divox Antiqua, Tactus e Dynamic, oltre che Radiorai Tre e ORF.

Jean-Marie Quint
Violoncello

Jean-Marie si è diplomato in musica da camera e in violoncello nella classe di Jacques Ripoche al Conservatorio di Caen, sua città natale. Si perfeziona nella classe di Philippe Bary dove consegue il "premier prix de la ville de Paris".


Dal 1993 al 1997, studia alla Schola Cantorum Basiliensis (Svizzera) la musica antica e  la pratica del violoncello barocco con Christophe Coin.


Svolge un' intenssa attività concertistica sia come solista che come continuista suonando il Violoncello e anche il Basse de Violon, collaborando con numerosi ensemble da camera ed orchestre tra quali Les Talens Lyriques di Ch. Rousset, La Simphonie du Marais di H. Reyne, Il Rossignolo di O. Tenerani, Modo Antiquo di F.M. Sardelli, Il Fondamento di P. Dombrecht, Il Complesso barocco di A. Curtis, Les Musiciens du Paradis di A. Buet., Elyma di G. Garrido ma anche con Le Parlement de Musique, Capriccio Basel, La Chapelle Ancienne, L'Ensemble Baroque du Léman, L'Homme Armé, Les Paladins, Le Poème Harmonique, Auser Musici.


Incide per numerose case discografiche ( Sony Classic, Dynamic, Deutsche Grammophon, Naive, Harmonia Mundi, Assai, Virgin Classic, Opus 111, Tactus...) e  effettua registrazioni radiofoniche e televisive (RAI, France-Musique, Radio-Classique, DRS Svizzera, Arte, Mezzo, France-Television,  Sky)


Suona un violoncello Peter Wamsley, Londra 1735.

Diplomato col massimo dei voti al Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna sotto la guida di Donatella Debolini, ha frequentato corsi di prassi esecutiva medievale con Andrew Lawrence-King, barocca con Michael Chance e Alan Curtis, e masterclasses con Alessandro Corbelli, Leo Nucci e Claudio Desderi.


Ha collaborato con i più importanti ensembles di Musica Antica quali Concerto Italiano di Rinaldo Alessandrini, La Venexiana di Claudio Cavina, l’Academia Montis Regalis diretta da Alessandro De Marchi, il Coro della Radio Svizzera Italiana diretto da Diego Fasolis, Il Complesso Barocco di Alan Curtis, Modo Antiquo diretto da Federico Maria Sardelli, L’Homme Armé, Il Canto di Orfeo, Ensemble Pian & Forte, la Cappella di San Petronio di Bologna.


È membro stabile del Coro del Teatro Comunale di Bologna, della Cappella Musicale della Cattedrale di Fiesole, solista della Cappella Musicale Arcivescovile della Basilica di San Petronio a Bologna.


Ha debuttato molti ruoli del repertorio belcantistico del Settecento, prediligendo i protagonisti mozartiani. Molto attivo nel repertorio oratoriale, si è esibito nei più importanti Festivals: tra gli altri quello di Ambronay (F), il Conzertgebouw di Amsterdam, il Festival Monteverdi di Cremona, il Festival de Arte Sacro di Madrid (E), il Festival delle Fiandre (B), il Lufthansa Festival di Londra, il Barock Festival di Regensburg, l’Accademia Chigiana di Siena, l’Unione Musicale di Torino.


Negli ultimi anni si dedica allo studio della musica del Novecento affrontando opere di Poulenc, Ravel, Ibert, Messiaen, Berio, Cage, Kurtàg, Rihm. Ha effettuato registrazioni per Deutsche Grammophon, RTSI, RAI, Dynamic, Tactus, Brilliant, Bongiovanni, Virgin Classics, Stradivarius, Glossa.


Affianca all’attività artistica quella didattica con passione dal 2002, ha insegnato  Canto alla Scuola di Musica di Fiesole. Si è laureato con lode in Lingua e Letteratura spagnola.

Gabriele Lombardi

baritone

as Herod

© John Hoenig 2012